16 maggio 2014

Who Is On Next? Uomo: i finalisti

Decretati i finalisti della sesta edizione di Who Is On Next? Uomo,

il concorso destinato alla ricerca di nuovi talenti – italiani o di base in Italia – nella moda maschile, che vede la

collaborazione di Pitti Immagine Uomo, Altaroma e L’Uomo Vogue.

 

A giugno 2014 durante Pitti Immagine, una giuria internazionale composta da top buyer, firme del giornalismo di moda e opinion maker, sarà chiamata a giudicare le collezioni dei 6 finalisti, e a decretare i vincitori.

Le loro collezioni saranno presentate al pubblico di Pitti Uomo all’interno di un display/archivio

al Piano Inferiore del Padiglione Centrale, nel cuore della fiera.

 

Conosciamoli meglio:

WHO IS ON NEXT UOMO

 

JIMI ROOS – Nato in Svezia ma basato a Firenze, il designer JIMI ROOS realizza capsule di t-shirt, felpe e cuscini in edizioni strettamente limitate. Ogni capo è unico e hand made, cucito artigianalmente, e riporta i disegni esclusivi di Jimi mixando varie tecniche di applicazione e ricamo. Un estro inconfondibile per una collezione che svela e dichiara con estrema semplicità la sua ispirazione: la bellezza degli errori. Ed è proprio da un errore che è nato lo spunto di Jimi Roos: da un punto di ricamo dritto sbagliato che, presentato al rovescio, rivela la propria identità di stile.

 

 

 

who is on next

 

 

MAISON LVCHINO – LVCHINO si presenta come un manifesto di indipendenza. “Vogliamo celebrare il coraggio, l’audacia e l’autenticità delle idee. La nostra piccola maison dà vita ad un nuovo stile elegantemente confidenziale. Si attinge dai classici, vera radice culturale del fare abbigliamento e si celebra la contemporaneità. LVCHINO è un inno alla libertà, un invito sempre aperto. Un’esortazione alla ribellione, una proposta per affermare la propria individualità. Sempre senza prendersi mai troppo sul serio…”.

 

 

WHO IS ON NEXT UOMO

 

 

 

 

STUDIOPRETZEL – L’anima di STUDIOPRETZEL è Emiliano Laszlo. Perenne fonte di ispirazione delle sue  collezioni, il Giappone con i suoi usi e costumi: il guerriero contemporaneo veste un outfit fatto di elementi sovrapponibili e componibili, con un eterogeneo assemblaggio di texture e colori. Obiettivo, rendere accessibili all’uomo di oggi materiali e capi confortevoli. Un brand che porta avanti con vigore una filosofia dell’ “Handmade in Tuscany”, ottenuto attraverso lo straordinario lavoro di un vasto team di artigiani locali, con la loro grande cura del dettaglio, della manifattura, della sartorialità.

 

 

WHO IS ON NEXT UOMO

 

 

T. LIPOP – Un’estetica decisamente minimale abbinata a tessuti di pregio e a un tailoring altamente creatività di Tom Lipop e dal suo socio in affari Eser Aydemir. Nell’uomo firmato Lipop, la logica delinnovativo. E’ questa l’anima del brand inglese T.LIPOP, marchio ready to wear nato nel 2011 dalla “less is more” si evolve attraverso la reinterpretazione dei canoni sartoriali maschili contemporanei, con tagli raffinati e forme destrutturate.

 

 

 

 

 

 

E per gli accessori:

who is on next

 

 

ALBERTO PREMI DESIGN – Calzature bespoke con pellami personalizzabili di prima qualità, grande attenzione ai dettagli e un’artigianalità
genuinamente italiana. Con queste caratteristiche ogni singolo paio di scarpe diventa un pezzo unico, plasmato dalla volontà del cliente e dalla creatività dello shoe designer Alberto Premi. Affascinato dal mondo dello street-style, Premi coniuga nel suo stile ogni spunto creativo capace di attrarre la sua attenzione. Dalla collaborazione con Maurizio Montani (fotografo) e Nicola Sciré (web engineer), nasce il progetto di fashion design 10den-C, con collezioni che vanno dalle classiche derby rivisitate alle sneakers urbane.

 


WHO IS ON NEXT

MOBI – MARCO BETTI – Dopo il diploma all’Istituto Maragoni ed esperienze in aziende come Costume National ed Etro, Marco Betti crea il proprio brand di calzature MOBI, dalle prime e ultime lettere del suo nome e cognome. Lancia così una linea di scarpe dal twist iper contemporaneo, nate dalla completa destrutturazione di classici modelli maschili. Le sue collezioni unisex, caratterizzate da grande qualità ed esclusività, sono realizzate in un calzaturificio fiorentino secondo le migliori tradizioni manifatturiere italiane. Numerosi i materiali utilizzati: dal canvas stampato e ricamato, al velluto e juta naturale, fino al neoprene con lamine cangianti e reti.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Pin on Pinterest0Share on Google+0Share on LinkedIn0Share on Tumblr