9 giugno 2014

WHO IS ON NEXT? DONNA: I FINALISTI

Decretati i finalisti della decima edizione di Who Is On Next? donna, progetto di fashion scouting dedicato ai giovani talenti della moda “Made in Italy”, ideato e realizzato da Altaroma in collaborazione con Vogue Italia, che celebra con questa edizione i 10 anni dalla sua nascita.

Who Is On Next

 

Ecco i nomi dei  9 finalisti di “Who Is On Next?” donna 2014 che sfileranno nell’ambito del calendario di AltaRomAltaModa. Due categorie merceologiche, abbigliamento e  accessori, arricchiranno in modo unico la presentazione creativa di questa decima edizione.

Prêt-à-porter:

 Daizy Shely

Nata in Israele, Aliza Shalali Deizy è cresciuta in un piccolo villaggio vicino Tel Aviv. Nel 2011, terminati gli studi presso l’Istituto Marangoni, decide di investire su sé stessa e di creare la linea che porta il suo nome: Daizy Shely. Le sue collezioni sono pensate per tutte quelle donne, sicure e consapevoli, che hanno “qualcosa da dire”. Ogni singolo pezzo è una combinazione di alta qualità nella confezione, tessuti di altissimo pregio e cura ossessiva dei dettagli.

Il risultato è una linea di abbigliamento che si focalizza sulla selezione dei materiali e sulla perfetta fattura dei capi, in un armonico equilibrio tra femminilità e determinazione.

Ha deciso di fermarsi stabilmente a Milano dove, nell’Ottobre 2013, ha aperto il suo atelier.

Marianna Cimini

Cresciuta in Costiera Amalfitana, Marianna decide di trasferirsi a Milano per frequentare l’Istituto Marangoni. Vince il premio “Moda Italia”, è finalista del prestigioso concorso “Next Generation”  e viene selezionata per partecipare al contest Muuse di Vogue Talents for The Young Vision Awards. Nel 2012, Marianna lancia l’omonimo marchio. Il brand Marianna Cimini è caratterizzato da una costante dualità in cui il rigore metropolitano si miscela con la leggerezza della giocosità mediterranea. I colori sono taglienti e potenti e creano abbinamenti arditi e contrastanti, che Marianna riassume in quella che definisce “grafica metropolitana”. Il marchio, nella sua essenza, trae ispirazione da una struttura semplice, in un mix armonico tra innovazione, proporzioni raffinate e semplicità tutti i giorni.

Project149

Nato nel 2009 dalle menti creative di Monica Mignone e Elisa Vigilante, il brand Project149 ha come quartier generale un laboratorio/showroom nel cuore di Cremona. Nel 2012, Elisa e Monica vincono un contest organizzato dal Cool Hunter Italy’s Trade Show: vengono giudicate come miglior fashion designer e ottengono una campagna di lancio sul mercato russo. Nel Gennaio 2013, la rivista di moda Fashion Magazine inserisce il duo creativo nella guida sui new designer, accreditandole tra i migliori 10 giovani brand Made in Italy di womenswear. La loro cifra stilistica si basa su silhouette morbide e inusuali combinazioni di materiali, in cui sono sapientemente mescolati cromatismi speziati, look full print e tessuti tecnici. Per una donna moderna dallo stile sofisticato e dinamico.

Piccione•Piccione

Di origini siciliane, il fashion designer Salvatore Piccione si è diplomato allo IED di Roma nel 2008. Dopo un’esperienza lavorativa da Mary Katrantzou, ha seguito progetti speciali con Swarovski, Topshop, Pablo Bronstein, Longchamp e attualmente collabora con Hobbs e Celine. La sua spiccata sensibilità verso il womenswear, la cura per i dettagli e l’amore per il ricamo, uniti a una costante ricerca, lo hanno portato alla creazione del brand Piccione•Piccione. Il progetto si rivolge ad una donna che ama vestire con un tocco eccentrico e molto personale. Fiori, gioielli, frammenti caleidoscopici, elementi architettonici e naturali si trasformano in mondi intricati, all’interno dei quali tutto è altamente evocativo e sognante. Ricami fatti a mano e decorazioni danno un tocco finale ai capi, creando magia.

 Tak.Ori

Dopo una significativa esperienza lavorativa nel settore della moda, finalmente nel 2013, Svetlana Taccori crea una propria linea firmata Tak.Ori.

Tak.Ori è un brand womenswear di sciarpe, gonne e maglioni con un focus d’eccezione sui creazione di cappelli, accessorio molto personale che definisce il carattere della donna che lo indossa. Pochi ma selezionati modelli e una grande varietà di colori caratterizzano la linea.

La produzione Made in Italy, spesso realizzata a mano, e l’alta qualità dei filati, cashmere, lana vergine e mohair, permettono di creare un prodotto di nicchia adatto a tutti i tipi di donna.

 

Accessori:

Caterina Zangrando

Italiana di nascita e parigina di adozione, Caterina Zangrando si laurea in Public Relations, sognando di lavorare nel mondo della moda. Nel 2004 un incontro casuale in un caffè di Parigi con l’editor-at-large di Vogue America, André Leon Talley, segna la svolta della sua vita. Da questo momento in poi la sua carriera decolla. Nel 2013, dopo un periodo di grandi difficoltà, lancia la linea di gioielli che porta il suo nome. Un design lineare, complesso nella sua semplicità, attuale, ma con suggestioni dal passato. Architetture contemporanee, volumi geometrici, forme scultoree, plastiche e sensuali, da indossare.

Corion

E’ grazie al nonno, sarto del re di Serbia, che la piccola Milica Stankovic ha immaginato il suo futuro. Dopo essersi trasferita con la sua famiglia dalla Serbia in Australia, decide di attraversare l’oceano per realizzare il suo sogno, trasferendosi a Parigi. In seguito a due importanti esperienze lavorative, da Jean Paul Gaultier prima e Jean Claude Jitrois poi, Milica lancia la propria linea di borse fondando il marchio Corion: un brand di impronta europea, giovane e istintivo. Il concept di base prende vita dalle competenze degli abili e sapienti artigiani che tagliano amorevolmente, tessono e impuntano ogni singolo pezzo di cuoio. Realizzate a mano con i pellami più innovativi e con uno straordinario livello di fattura tecnica, le borse firmate Corion raccontano l’evoluzione della storia personale di coloro che le indossano.

Giuliana Mancinelli Bonafaccia

Giuliana scopre l’interesse per la gioielleria e l’oreficeria durante gli studi di architettura e interior design. La creazione della linea di gioielli firmata Giuliana Mancinelli Bonafaccia nasce nel 2011. Due anni dopo, a seguito di un percorso di ricerca nell’ambito dell’alta gioielleria, la designer decide di intraprendere una strada nel mondo del prèt-à-porter. Ogni singolo gioiello è frutto di scelte non convenzionali, dove l’ispirazione creativa arriva da contrapposizioni stilistiche tra dettagli architettonici, artistici, fotografie e macro texture. La lavorazione artigianale, esclusivamente Made in Italy, è caratterizzata da una profonda cura del dettaglio in ogni fase della lavorazione.

Oscar Tiye

Oscar Tiye è un brand italiano di calzature di lusso fondato da Amina Muaddi. Originaria della Giordania, per alcuni anni si divide tra Milano e New York lavorando come stylist. Spinta dal desiderio di creare la scarpa perfetta, che fosse cioè in grado di esprimere l’assoluto equilibrio tra eleganza e forza, decide di dar vita al suo marchio. Le sue creazioni sono interamente Made in Italy: solo le migliori qualità di pelli e tessuti vengono lavorate con creatività e maestria dai migliori artigiani italiani. I dettagli del design evocano la delicata architettura delle moschee. Il risultato è una linea dall’estetica sofisticata e super chic.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Pin on Pinterest0Share on Google+0Share on LinkedIn0Share on Tumblr