16 marzo 2015

Tranoï : International Fashion Tradeshows

Si è appena conclusa la settimana della moda parigina e con lei l’intenso “mese della moda” partito dalla  Grande Mela. Accanto alle sfilate e alle presentazioni varie, sicuramente uno degli eventi imperdibili  è stata la fiera internazionale Tranoï, interamente dedicata alle collezioni womenswear per l’inverno che verrà . Dal 6 al 9 marzo, infatti, le sale del Carrousel du Louvre, del Palais de la Bourse e Montaigne  a Parigi sono diventate  prestigiose piazze internazionali per i nuovi designer, che hanno avuto la possibilità di farsi notare da un pubblico di addetti del settore e top buyer internazionali.

Tra i nomi italiani molti sono quelli che hanno mosso i primi passi partendo proprio da Altaroma, e  che hanno portato a Parigi, passando per Milano, esempio di creatività ed artigianalità tutta nostrana.

Vincitore lo scorso luglio della decima edizione di “Who Is On Next?” , Salvatore Piccione ha presentato  la sua idea di femminilità anche al Tranoï con una collezione suggestiva, contaminata dalla tradizione e dalla cultura della sua terra d’origine, la Sicilia, riscuotendo enorme successo .

tranoi

Anche San Andres Milano, reduce del successo della sfilata milanese, si è lasciato ispirare dalle tinte della terra natia, portando una ventata di colore tra le sale del Carrousel Du Louvre. Lo stilista infatti per il prossimo inverno, ha riletto l’eleganza in chiave Pop Art, giocando con i colori accesi del Messico e prendendo spunto dall’atmosfera dello Studio 54 di New York.

tranoi

Benedetta Bruzziches ha scelto il Tranoï per presentare le sue borse… da favola! E come ogni collezione, i suoi celeberrimi modelli Cabaret, Carmen e Magic Mirror hanno incantato visitatori provenienti da ogni parte del mondo.

tranoi

Sempre nella sezione accessori, creatività e brio sono le caratteristiche di LedaOtto, brand delle designer toscane Simona Cassai e Marta Saletti che hanno realizzato i propri gioielli in ottone placcato oro 24kt, rodio e rutenio con piante architettoniche dei più importanti edifici e monumenti culturali, storici e religiosi.

tranoi

Nuove al Tranoi invece Flavialarocca e Giuliana Mancinelli Bonafaccia, inserite nella sezione Upcoming Talent.  Linee pulite e colori dal forte carattere per la collezione trasformabile e multifunzionale di Flavia La Rocca. Ogni pezzo è stato pensato come modulo, che grazie a zip nascoste può  essere mixato a proprio gusto ed adattarsi alle diverse situazioni della giornata.

tranoi

 

Giuliana Mancinelli Bonafaccia, finalista nell’ultima edizione di WION per la sezione accessori, ha portato Parigi la sua nuova collezione di gioielli in ottone bagnato nell’oro rosa, verde e palladio ed impreziosito da elementi in plexiglass e cristalli Swarovski. Per il prossimo autunno inverno ha interpretato le gelide terre nordiche e le varie sfumature che la luce crea riflettendosi sul ghiaccio, traducendole in ciondoli,  collane tubolari, bagle e preziosissime clutch, dal design iper geometrico.

tranoi

Silhouette scivolate, invece per Greta Boldini, all’Espace Montaigne, che si contrappongono a capispalla in lana di puro mohair lavorato, patchwork di astrakan, castoro e pellicce. Protagonista ancora una volta il ricamo, claim costante del brand, che si fa sempre più sperimentale, sviluppando tele fitte di pietre naturali, piume e frammenti di specchio.

tranoi

Cresce sempre di più il gruppo di giovani designer che, partiti da Roma, stanno conquistando non solo l’Italia ma tutta la scena internazionale della moda, affermando con forza una creatività ed eccellenza tutta Made in Italy.

 

Martina Briotti

Ph Credits Tranoï

 

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Pin on Pinterest0Share on Google+0Share on LinkedIn0Share on Tumblr