30 aprile 2015

#TalentStory Gabriele Corto Moltedo

L’amore per la perfezione, la cura del dettaglio, il controllo su ogni fase di lavorazione: questi gli elementi che rendono facilmente identificabili le collezioni di borse di Gabriele Corto Moltedo.

priscilla2

Classe 1977, il giovane designer vanta nel suo curriculum una laurea presso la NYU e un master in comunicazione presso l’Emerson College. Conclusi i suoi studi, lo stilista decide di trasferirsi a Parigi dove apre il suo primo flagship store e intraprende un personale percorso focalizzato sulla creazione di una linea di accessori durevoli nel tempo e non legati alla tendenza del momento.

Cresciuto in una famiglia dalla grande tradizione sartoriale e, tenendo fede al suo heritage (i suoi genitori sono infatti i fondatori di Bottega Veneta), Corto Moltedo è riuscito ad equilibrare la sua forte inclinazione per l’arte, l’architettura, la musica a un processo di ricerca e di stile: background armonizzato nelle sue iconiche borse.

theodora calf storm

Nella collezione di accessori SS2015 mixa colori vivaci a linee semplici e realizza una produzione artigianale con una scrupolosa scelta dei pellami. Come lui stesso afferma, ogni borsa, a tiratura limitata, è interamente concepita a mano nell’atelier fiorentino, dove, sapienti mani di maestri artigiani, coniugano innovazione globale e dimestichezza, utilizzando i migliori materiali italiani per garantire qualità e autenticità nel design. Hot pink, rose gold, white, black e flamingo rose dominano la tavolozza dei colori.

shopper1

La classica it-bag Priscilla, progetto iconico dello stilista, lanciata nel 2006 che rende omaggio alla moglie di Elvis Presley, incarna al meglio la raffinatezza senza tempo; i modelli shopper mantengono la loro sobria eleganza e presentano una trama intrecciata in vimini, texture utilizzata per le sedie dei nei villaggi dello Sri Lanka. La più popolare resta la Susan clutch, arricchita da preziosi dettagli, oggetto di culto di tutte le fashioniste. Novità della raccolta sono, invece, la borsa secchiello e l’elegante Teodora, con delicate frange in pelle di vitello.

susan1

Antonia Primerano

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Pin on Pinterest0Share on Google+0Share on LinkedIn0Share on Tumblr