13 ottobre 2014

Succede in città: Escher in mostra al Chiostro del Bramante

Fino al 22 febbraio 2015 si potrà ammirare al Chiostro del Bramante di Roma un’ampia esposizione dedicata all’artista Maurits Cornelis Escher, famoso disegnatore e incisore olandese che, con la sua creatività, ha esplorato il mondo della matematica e dello spazio e ha lavorato sul concetto di piano e prospettiva.

 

Escher

“…con le mie stampe, cerco di testimoniare che viviamo in un mondo bello e ordinato e non in un caos senza forma, come sembra talvolta. I miei soggetti sono spesso anche giocosi: non posso esimermi dallo scherzare con le nostre inconfutabili certezze.”

Escher

Il percorso della mostra segue lo sguardo di Escher, che coniuga, nelle sue opere, la regolarità geometrica dei volumi e la dimensione degli spazi. Incisioni che nascono da un’osservazione puntuale della natura e dei paesaggi incontaminati scoperti nei suoi numerosi viaggi tra l’Italia, la Svizzera e l’Olanda. Non è un caso che l’impulso verso l’insolito e l’inconsueto sia nato nella mente e nel cuore dell’artista grazie allo stupore che provava per le bellezze dei panorami italiani, dalla campagna senese al mare di Tropea, dai declivi scoscesi di Castrovalva ai monti antropomorfi di Pentadattilo.

La sua arte  racconta come universi culturali apparentemente disomogenei e inconciliabili, come la natura e la geometria ad esempio, possano armonizzarsi in una dimensione visiva unica.

 

La mostra raccoglie 150 opere dell’artista, tra cui capolavori noti come “Mano con sfera riflettente”, “Giorno e notte”, “Altro mondo II” e  “Casa di scale”. Giochi di luci, bianchi e neri, pieni e vuoti, forme che si perdono nel loro infinito riproporsi. Sogni e illusioni dettati da verità e calcoli matematici.
Nel percorso dell’esposizione anche opere comparative come quelle di Marcel Duchamp, Giorgio de Chirico, Giacomo Balla e Luca Maria Patella.

 

Antonia Primerano

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Pin on Pinterest0Share on Google+0Share on LinkedIn4Share on Tumblr