20 marzo 2015

Off Loom II – Fiber Art – Arte fuori dal telaio

Nei meandri del suggestivo complesso urbanistico e architettonico romano dell’EUR, sorge il MAT (Museo delle Arti e Tradizioni popolari). È proprio all’interno di questa struttura che la mostra “OFF LOOM II – Fiber Art – Arte fuori dal telaio” torna protagonista dopo quindici anni di assenza dalla prima edizione.

fiber art

Per Fiber Art si intendono espressione e creatività artistica riferite alla tecnica dell’intreccio della tessitura e all’uso della fibra in tutte le sue varie forme. Gli ampi e articolati spazi del MAT fanno da contenitore a un mix di creazioni dove vista e tatto restano folgorati. Diverse stilisticamente e artisticamente, le varie opere seducono lo spettatore e ipnotizzano l’occhio.

fiber art

Enrico Accatino, Vito Capone, Federica Luzzi, Roberto Mannino, Sandra Marconato e Sarah Seidmann sono solo alcuni dei fiber artisti che si sono confrontati tanto con il ricamo, il nodo e il cucito, quanto con le tecniche proprie dell’arte contemporanea: collage, stampa, ready made.

fiber art

Citando Cristina campo “i maestri del tappeto, quei bardi itineranti del telaio, passano, come l’antico narratore di fiabe, di villaggio in villaggio, di regione in regione […] ” ed è proprio ciò che si evince osservando i prodotti esposti al MAT: ricerca, esplorazione, dedizione, riflessione, tempo e un’opportuna componente di casualità. Fibra, quindi, come arte suggestiva, affascinante, incantevole.

 

Sarà possibile visitare la mostra fino al 12 aprile 2015

 

 

Giulietta Riva, IED Istituto Europeo di Design