16 aprile 2014

Milano Vintage Week

Un viaggio alla riscoperta dei valori senza tempo, attraverso un fil rouge che, indissolubilmente, lega passato, presente e futuro, per aiutare a comprendere il significato più vero e profondo del termine vintage.

Questa la mission della prima edizione di Milano Vintage Week, la mostra mercato dei capi d’annata, realizzata in collaborazione con A.N.G.E.L.O, lo storico marchio di Angelo Caroli, da sempre punto di riferimento del settore.

Milano Vintage Week

Da mercoledì 9 a domenica 13 aprile, Milano Vintage Week ha visto protagonisti non solo espositori, ma anche esperti di stile, costume e savoir faire per un calendario ricco di appuntamenti. L’evento si è svolto nello showroom Riccardo Grassi durante il Salone del Mobile. I visitatori hanno potuto acquistare capi di abbigliamento, bijoux, accessori, oggettistica e arredi, approfondendo anche le loro conoscenze sull’argomento, grazie a mostre e incontri. Nella Vintage Experience Lounge esperti di stile, beauty, cucina e bon-ton hanno regalato al pubblico i propri consigli. Aura Nobolo, esperta di comunicazione e autrice de ‘I Quaderni di Stile’ ha raccontato storie di ospitalità, dando consigli e piccoli trucchi per ricevere con stile, mentre Eleonora Federici, l’eclettica gemmologa dell’ultima edizione di MasterChef, ha svelato i segreti del ‘pranzo della domenica’.

Milano Vintage Week

Per finire in bellezza con Annalisa Betti, giornalista, scrittrice e direttore del magazine Style Papers, che ha parlato de ‘L’evoluzione del make up dal vintage al futuro’. Per un tuffo completo nel passato si è poi tenuta la prova di vintage make up per tutti gli intervenuti. Caterina Todde, make up artist e consulente di immagine, ha offerto al pubblico una prova make up e hair style per far rivivere il mood rètro sulla propria pelle.

Milano Vintage Week

Milano Vintage Week ha ospitato, inoltre, anche Lush Time, l’appuntamento con i cosmetici freschi e fatti a mano come una volta, trattamenti profumati per le mani e trattamenti golosi per le labbra. Profumo d’antan nell’aria a Milano, dunque, che ha ospitato inoltre due mostre curate da A.N.G.E.L.O., ‘Un foulard per sempre’, per raccontare la storia del costume con istantanee di seta in formato 90×90, e la selezione speciale ‘Vintage in love’ che ha proiettato il pubblico nel magico mondo della sposa del passato.

Un percorso evocativo per omaggiare la nostra cultura e per ripercorrere con i visitatori le tappe più significative della storia del costume e dell’arredo degli ultimi sessant’anni.

Mara Franzese

Accademia Costume & Moda

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Pin on Pinterest0Share on Google+0Share on LinkedIn0Share on Tumblr