9 ottobre 2013

L’ottobrata romana della moda

Dagli atelier allo street style, dall’alta moda al pret-à-porter. Roma dà il via alla stagione autunnale con  numerosi opening di boutique che confermano il fermento iniziato nei mesi passati e che stanno cambiando la fisionomia della città – non solo del suo centro storico- dando nuova vita a palazzi e vie che godono di una nuova allure.

Solo tre anni fa apriva Zara, con la sede più grande d’Europa negli ex magazzini Bocconi e poi sede de La Rinascente. Ora siamo in attesa del nuovo mega store di H&M, la cui apertura è prevista per il 24 ottobre  nella centralissima via del Corso nello splendido edificio precedentemente di proprietà di Benetton Group e rinnovato dall’archistar Massimiliano Fuksas. Dopo le capsule collection di designer come Stella McCartney, Viktor & Rolf, Roberto Cavalli e Comme des Garçons, nel nuovo store di proprietà del colosso svedese sarà disponibile dal 14 novembre la collezione della designer parigina “Isabel Marant pour H&M”: pantaloni skinny, giacche oversize e maxi pull dall’ispirazione folk e urban.

Ma già da oggi si susseguono gli eventi con un cocktail da Emilio Pucci, nella nuova boutique di piazza di Spagna, ispirata a Palazzo Pucci di Firenze, che ha preso il posto della storico punto vendita di via Borgognona.  Giovedì prosegue la serie di opening dei negozi Twin-set Simona Barbieri” che apre con 260 metri quadrati in Via del Corso 122. Tre piani dedicati ad abbigliamento, accessori, bijoux con il suo stile romantico e contemporaneo. Toni e colori decisamente diversi, invece, per l’evento nella boutique di Fausto Puglisi a via Borgognona che si terrà martedì 15 ottobre. Sabato 12 ottobre l’appuntamento è, invece, da TRU Trussardi in via Frattina con l’evento BE YOUR ICON.  Lo stesso giorno si celebreranno i 10 anni di Castel Romano Designer Outlet.

Un’agenda fitta di impegni per le numerose celebrities che parteciperanno ai diversi appuntamenti. E noi con loro.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Pin on Pinterest0Share on Google+0Share on LinkedIn0Share on Tumblr