16 maggio 2013

Isabella Blow: fashion galore!

“Fashion is a vampiric thing, it’s the hoover on your brain. That’s why I wear the hats, to keep everyone away from me. They say, ‘Oh, can I kiss you?’ I say, ‘No, thank you very much. That’s why I’ve worn the hat. Goodbye.’ I don’t want to be kissed by all and sundry. I want to be kissed by the people I love.”

 

La Somerset House di Londra, in collaborazione con la Isabella Blow Foundation e con la Central Saint Martins, celebrerà il talento irriverente della fashion editor Isabella Blow, scomparsa nel 2007. Una serie di capi e accessori, selezionati direttamente dal suo eccentrico e prezioso guardaroba (ora di proprietà di Daphne Guinness), saranno oggetto di un autentico omaggio alla vita e alla carriera della straordinaria fuori classe.

Trent’anni di successi scanditi dalle avanguardiste creazioni che Queen Isabella indossava con intrepido coraggio e che l’hanno resa una indiscussa icona di stile.

Assistente di Anna Wintour per Vogue US,  Fashion Dierctor di Tatler e del Sunday Times, musa e collaboratrice di Steven Meisel, David La Chapelle e Sean Ellis, Isabella era guidata da una sensibilità innata e rabdomante per i trend che l’ha condotta alla scoperta di talenti del calibro di Alexander McQueen, Philip Treacy, Hussein Chalayan e Julien Macdonald.

Il piglio tenace e brillante di Isabella, dietro il quale si celavano disturbi di personalità e una profonda fragilità emotiva, ha nutrito e ispirato numerosi designer e creativi e l’ha resa una figura leggendaria nell’ambito della moda internazionale e dell’arte contemporanea.

A cura di Alistair O’Neill e Shonagh Marshall, progettata dal premiato studio di architettura Carmody Groarke e arricchita dalle installazioni della scenografa Shona Heath, la mostra “Isabella Blow: Fashion Galore!” inaugurerà il 20 Novembre 2013.

Stay tuned!

 

www.somersethouse.org.uk

www.isabellablowfoundation.com

www.csm.arts.ac.uk

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Pin on Pinterest0Share on Google+0Share on LinkedIn0Share on Tumblr