16 giugno 2015

IED | SUPERFARE

Il progetto “SUPERFARE” è un tour itinerante nelle sedi di Roma, Torino e Milano dell’Istituto Europeo di Design per presentare i nuovi Master di primo livello in Design, Fashion e Visual Arts recentemente riconosciuti dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca. Il termine “superfare” racchiude il manifesto dell’Istituto, che nasce nel 1966 proprio con l’obiettivo di far convergere la cultura materiale e la cultura accademica, il “saper fare” e il “sapere”.

 

La tappa d’esordio, mercoledì 10 giugno nella sede romana IED di Via Alcamo, è stata dedicata alla moda. Ad aprire l’incontro il Sottosegretario di Stato Angela D’Onghia, che sollecitata dal moderatore Salvatore Amura, Responsabile Relazioni Istituzionali del Gruppo IED, sottolinea lo straordinario background artistico italiano, che merita di essere riportato alla ribalta attraverso la messa in pratica dei concetti teorici insegnati a scuola.

La conversazione è ruotata attorno alla direzione che sta prendendo la moda. Benedetta Bruzziches, ha evidenziato l’importanza della tradizione artigiana italiana e della riscoperta di una produzione “a misura d’uomo”, alla base del suo lavoro di fashion designer. Come ha sottolineato anche Sara Maino, Senior Editor di Vogue Italia e Vogue Talents, infatti, i nuovi compratori, provenienti soprattutto da mercati emergenti come la Cina, vanno educati alla cultura del Made in Italy, che va raccontata attraverso le storie reali di chi è dietro al prodotto. Mara De Longis, Coordinatrice Area Moda IED Roma, ha posto invece l’attenzione sulle numerose nuove figure professionali e gli strumenti ormai indispensabili in un’azienda moda, legati soprattutto al mondo digitale.

Come ha concluso Pino Pasquali, Direttore Scientifico di IED Roma, c’è bisogno di studiare il passato, essere il più possibile trasversali e sporcarsi le mani per poter avere una visione nuova e contemporanea della moda.

 

Martina Trozzi, IED Istituto Europeo di Design

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Pin on Pinterest0Share on Google+0Share on LinkedIn0Share on Tumblr