6 ottobre 2014

IED Living Factory alla Maker Faire Rome

«Il design è una fabbrica di innovazione, in cui dimensione e scala di produzione sono fattori  personalizzabili. IED Living Factory può essere una stanza, ovunque. È un modello produttivo che si basa sulla forza dell’immaginazione, sulla condivisione dei saperi e sulla produzione e distribuzione in rete».

 

maker faire

Le parole di Laura Negrini, Direttore IED Design Roma, spiegano il concept del progetto Ied Living Factory: workshop, incontri, laboratori e testimonianze di giovani makers alla Rome Maker Faire, la fiera dedicata alla tecnologia, all’innovazione e alla nuova dimensione dell’artigianato digitale, che in questo week end ha animato la capitale.

maker faire

Tutti riuniti intorno a un grande tavolo da lavoro che in questi tre giorni ha visto alternarsi laboratori di design artigiano (resine, cemento, origami di luce a led), performance interattive con il software Arduino, stampa 3D e le testimonianze degli ex studenti IED che concluso il loro percorso formativo hanno intrapreso la strada dell’imprenditoria.

Un’esposizione organizzata in 4 aree non-distinte: design artigiano ovvero progetti basati sul recupero di tecniche tradizionali, produzione limitata e design sostenibile; design digitale che si associa alla stampa 3D; design interattivo con progetti di light design e sperimentazioni con Arduino e l’area smart & social design dedicata ai social robots, al design della salute e alla smart city.

 

maker faire

E ancora numerosi workshop concepiti come veri e propri laboratori progettuali: dalla lavorazione innovativa di materiali semplici come la lycra o il cemento fino alla realizzazione di dispositivi tecnologici in grado di interagire con l’ambiente grazie a sensori e meccanismi controllati attraverso la tecnologia Arduino.

maker faire

 

 

Lo IED in occasione della Maker Faire ha interpretato e condiviso il valore del design italiano, che fonda le sue radici nella cultura del Made in Italy, fatta di creatività, imprenditorialità ma soprattutto di innovazione tecnologica e conoscenza del mercato.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Pin on Pinterest0Share on Google+0Share on LinkedIn0Share on Tumblr