22 ottobre 2014

Frida Giannini celebra i 50 anni dell’Accademia di Costume & Moda

“Se devo prendere nel mio staff qualcuno non guardo il sesso, ma il talento, la mano nel disegnare. Di certo non le quote rosa. Il computer è utile per vedere dieci modelli in colori diversi in pochi minuti, ma la creatività si vede dalla manualità. E poi dico umiltà. Vedo in platea Anna Fendi, il mio inizio di carriera è stato qui ed è stata una grande scuola di comportamento dove ho imparato a stare al mio posto, l’umiltà e l’educazione nel lavoro».”

 

Queste le parole di un’emozionata Frida Giannini che, davanti a una platea di giovani studenti, ha inaugurato, con la sua presenza, il nuovo anno accademico della scuola capitolina. La stilista, intervistata da Cinzia Malvini, giornalista di Moda La7 e Book Moda, ha raccontato dei giorni trascorsi dietro i banchi dell’Accademia e ha dispensato consigli ripercorrendo la sua carriera lavorativa.frida giannini

 

“Certo che la scuola è importante, – ha aggiunto- all’Accademia ho imparato materie tecniche, io che venivo dal liceo classico e non sapevo da dove cominciare, e materie formative, come l’arte, la merceologia, la storia del costume, del teatro. In Accademia ho imparato a lavorare in gruppo. Ricordo quanto erano formativi i final work, dove tutti lavoravamo sulle scale, in terrazza, chi tagliava, chi dipingeva. S’impara a lavorare in gruppo, a condividere, ed è molto importante.”

 

La designer, ex alunna dell’istituto romano, ha rivelato di avere ancora un forte legame con la scuola e con la città di Roma: il 20% del suo team è composto, infatti, da ex compagni dell’Accademia.  Ha inoltre raccontato di aver riportato l’ufficio stile di Gucci nella capitale dove, grazie alla libertà che si respira, si possono trovare più stimoli utili alla creatività.

 

 

Durante la serata e, a conclusione delle celebrazioni per il Cinquantenario della fondazione della scuola, è stato presentato il libro “Accademia Costume & Moda 1964_2014”, a cura di Maria di Napoli Rampolla, Responsabile delle Relazioni Esterne dell’Accademia, e Antonio Mancinelli, ex alunno, autorevole giornalista professionista e scrittore di moda, Caporedattore Attualità Marie Claire Italia.

Infine, prima del cocktail, è stato introdotto il nuovo Direttore Didattico Adrien Roberts, in carica dal 1° ottobre 2014, dopo aver maturato esperienze nel settore Education in Istituto Marangoni, University for the Creative Arts (UCA) e University of the Arts London (UAL).

 

Antonia Primerano

 

 

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Pin on Pinterest0Share on Google+0Share on LinkedIn0Share on Tumblr