15 gennaio 2014

Coffee break con San Andrès

Mente creativa del marchio San Andrès Milano, Andrès Caballero è uno stilista messicano con l’animo del  Couturier: più che un fashion designer si definisce un sarto tradizionale. Grande appassionato degli stilisti del passato, ama disegnare il figurino a mano, creare ogni capo in maniera sartoriale, studiare la vestibilità con un uso sapiente della tecnica moulage (che consente di creare un capo sul manichino attraverso l’uso di spilli, pieghe e drappeggi senza seguire le imposizioni guidate della modellistica) e della modellistica tradizionale. Spilli, forbici, ago e filo sono strumenti quotidiani nella sua vita professionale. Ex finalista del concorso Who Is On Next?,  Andrès sceglie per la quarta volta di sfilare a Roma.

Noi lo abbiamo incontrato per darvi qualche anticipazione sulla nuova collezione che presenterà durante la prossima edizione di AltaRomAltaModa.

Perché di nuovo Roma?

Dopo essere stato finalista del concorso Who Is On Next? sono rimasto  colpito dall’atmosfera che si respira ad ALTAROMA: da un lato il glamour dell’Alta Moda Romana e dall’altro l’energia dei giovani creativi. Penso sia un’ottima piattaforma per mostrare il mio lavoro.

Cosa nutre il tuo immaginario creativo per la realizzazione di un tuo abito?

La continua ricerca nel creare nuovi volumi, abbinamenti e modi di proporre uno stile contemporaneo. Ma tutto nasce quando ho in mano un tessuto e inizio a posizionarlo sul manichino… pian piano, tra spilli e forbici, l’abito prende forma. Sono poi i piccoli dettagli che fanno la  differenza.IMG_20140114_113911

Raccontaci il concept della collezione

La collezione si chiama “MARIA BONITA”.

E’ il nome  della canzone  del compositore Agustin Lara dedicata alla sua Sposa Maria Felix, la celebre attrice messicana nota per la sua singolare bellezza. E’ un’icona dell’età d’oro del cinema messicano e musa della mia nuova collezione A/I 2014-15. Un binomio tra passato e presente, maschile e femminile, dove una forte personalità è avvolta in un’allure dal sapore neo-retro.

Dunque, parlando di influenze extra-moda, se dovessi paragonare il tuo stile a un disco si tratterebbe di un’opera di Agustin Lara?

Esatto! In questo caso, però, mi faccio ispirare dalla versione di Natalie LaFourcade del disco “Mujer Divina”, l’esempio perfetto, che rende il passato molto attuale.

MARIA FELIX
http://www.youtube.com/watch?v=6bjSGZo6fFc


 

 

 


Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Pin on Pinterest0Share on Google+0Share on LinkedIn0Share on Tumblr