16 dicembre 2015

#Chatting with Quattromani

È questo un periodo d’oro per Massimo Noli e Nicola Frau, “Quattromani” del brand fondato nel 2012 e menzione speciale, nel 2013, del concorso per stilisti emergenti, ideato da Altaroma in collaborazione con Vogue Italia, Who Is On Next?. Dalla creazione di una nuova collezione, recentemente presentata a Milano, all’apertura di un e-shop tutto loro, fino all’esperienza come coordinatori del corso triennale in Fashion Design dello IED di Cagliari, infatti, tante sono le novità che li hanno visti protagonisti negli ultimi mesi. E noi abbiamo voluto intervistarli per farci raccontare qualcosa di più.

 

Intanto, parliamo della vostra ultima collezione. Ancora una volta, tra fantasie Liberty e reminiscenze déco, è la natura l’assoluta protagonista di abiti e accessori: rondini e fiori di ciliegio, infatti, si trasformano in motivi all print disegnati per voi dall’artista Berenice La Ruche. Com’è nata questa collaborazione? E dove avete trovato le ispirazioni? 

L’incontro con Francesca Savona, Berenice La Ruche, è nato per caso. Abbiamo visto i suoi “pasticci”, come ama definirli lei, e ci siamo innamorati del suo mondo e della sua dimensione onirica e sognante. L’ispirazione arriva dalla figura di una donna, Edina Altara, artista, illustratrice di moda, scultrice, stilista, ma non tanto per i suoi lavori, quanto per il suo carattere forte e per la sua personalità. È stata infatti una donna estremamente indipendente, creativa e fuori dagli schemi.Quando abbiamo parlato con Francesca abbiamo scoperto che anche lei aveva un forte legame con la figura di Edina ed è nata liberamente questa coesione dei nostri universi.

 

La primavera estate 2016 è stata presentata, lo scorso settembre, a Milano all’interno di una delle migliori vetrine per designer emergenti, White, il Salone della moda contemporary. Com’è stata questa esperienza? In che modo ha arricchito il vostro bagaglio?

È stata una bellissima esperienza, ricca di incontri e confronti piacevoli. Come ogni esperienza in stile “Quattromani”, anche questa ci ha dato altri spunti e nuovi stimoli. Noi amiamo poter incontrare persone e raccontare il nostro mondo.

 

Un grande traguardo è stato raggiunto nell’ultimo mese. Finalmente, ora, i vostri capi sono acquistabili online grazie al lancio di una piattaforma e-commerce. Si tratta di un progetto di crescita importante per il vostro brand…

Assolutamente un grande traguardo. Era da tempo che stavamo vagliando il progetto e ora siamo riusciti a lanciare la prima versione. Stiamo sviluppando dei progetti speciali che avranno come luogo di divulgazione il nostro e-shop in modo da poter rendere ancora più speciale l’esperienza con il nostro brand.

 

Un’altra novità rilevante, poi, ha travolto le vostre vite di recente. È partita ad ottobre una nuova avventura che vi vede coinvolti nella veste di coordinatori del corso triennale in Fashion Design dello IED di Cagliari. Raccontateci le vostre emozioni. 

Siamo veramente grati per questa opportunità. E’ davvero bello, stimolante, gratificante il confronto con dei ragazzi giovanissimi che, come noi, non troppo tempo fa, hanno un sogno. Amiamo vedere la fame di sapere che hanno e il desiderio di conoscere quel mondo che li affascina. A noi spetta capire cosa vogliono e, trasmettendogli il nostro sapere, permettere loro, passo dopo passo, di rendere tangibili i progetti futuri.

 

A voi, dunque, è affidato il talento di giovani che, come accadeva nel vostro caso qualche anno fa, sognano e sperano di diventare un giorno stilisti. Una responsabilità notevole: in che modo indirizzerete coloro che ambiscono ad intraprendere questa difficile carriera? Qual è, secondo voi, il segreto per entrare nel dorato olimpo del fashion system?

La cosa fondamentale che noi stiamo cercando di trasmettere è l’umiltà. Essere umili e poter comunicare i propri sentimenti senza filtri. È importantissimo, inoltre, provare un forte amore per il lavoro che si fa. Quello in cui viviamo è un mondo ricco di difficoltà, soprattutto in questo momento storico, ma bisogna credere in se stessi, sempre, senza paura di esprimersi. È necessario avere la testa tra le nuvole ma i piedi ben saldi a terra. Per noi è questo il segreto, lavorare sodo ed essere concreti.

 

È un periodo particolarmente favorevole per voi questo. Quale sarà adesso il vostro prossimo obiettivo? Cosa avete in cantiere per il futuro?

I progetti per il futuro sono tanti e ambiziosi. Per ora, ci stiamo concentrando per poter portare avanti il nostro brand con la qualità e la ricerca che lo ha sempre distinto. Un altro progetto, ormai imminente, poi, è il lancio di una piccola capsule uomo.

 

In bocca al lupo allora!

Mara Franzese

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Pin on Pinterest0Share on Google+3Share on LinkedIn0Share on Tumblr