11 giugno 2016

Carlo Volpi: finalista Who Is On Next? 2016

E’ un universo di maglie dai colori pop, pattern ultramoderni e costruzioni sperimentali quello di Carlo Volpi, designer italiano, nato ad Empoli che trova a Londra la sua città d’adozione.

Qui studia presso la prestigiosa Royal College of Art ed è sempre qui che si avvicina ad un mondo prima considerato molto lontano di cui, casualmente, s’innamora, quello della maglieria, capendo fin da subito le potenzialità di questo materiale attraverso il quale, oggi, riesce ad esprimere il suo universo creativo.

Così, nel 2014, nasce Carlo Volpi Knitwear, un brand che fa del mix di know-how e avanguardia il suo vanto ed in cui, la ricerca nell’utilizzo dei materiali e il desiderio di avere sempre una storia da raccontare, danno vita a maglie-scultura in cui confluiscono sapientemente elementi della cultura pop e di quella urban.

Carlo Volpi è uno dei brand finalista dell’edizione di Who Is On Next? Uomo 2016, il contest realizzato da Fondazione Pitti Immagine Discovery e promosso da Pitti Immagine Uomo in collaborazione con Altaroma e L’Uomo Vogue.

L’ispirazione nasce dalle persone, emerge da tutto quello che la società definisce brutto, osservando la vita secondo prospettive nuove ed è in questo modo che prendono forma capi che, dai colori ai volumi, ridefiniscono il concetto di mascolinità, rendendolo più schietto e colorato, allontanandolo dagli stereotipi.

L’ultima collezione Carlo Volpi Knitwear, partendo da una sua riflessione sulla banalità con cui i testi delle canzoni descrivono l’amore, racconta attraverso ironia e bizzarri accostamenti di colori e pattern, il modo in cui questo sentimento, così complesso, viene vissuto, ai tempi di Facebook e Tinder, con estrema superficialità.

Colore, accostamenti insoliti e sperimentazione tecnica sono quindi gli elementi che danno vita ad immaginari complessi, visioni contemporanee e avanguardistiche in cui la maglieria si trasforma in una filosofia dell’essere.

 

Giorgia Sanna, IED Istituto Europeo di Design 

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Pin on Pinterest0Share on Google+0Share on LinkedIn0Share on Tumblr