28 ottobre 2014

AlbumArte – Spazio e Progetti per l’Arte Contemporanea

AlbumArte apre il suo spazio espositivo a Roma con la prima mostra personale in Italia di Christine Rebet “Meltingsun”

 

Albumarte

Christine Rebet | Meltingsun, exhibition view; ph. Sebastiano Luciano, couresty AlbumArte

 

In via Flaminia una vecchia rimessa di Villa Poniatowsky, spazio utilizzato prima come deposito di carrozze per il trasporto pubblico e finora utilizzato da AlbumArte come laboratorio per gli artisti in residenza, diventa centro espositivo per mostre, performance, workshop, videoscreening e azioni artistiche itineranti. Un incontro tra istituzioni, associazioni e perfomer, per una concezione artistica sempre più innovativa, in eterno movimento.

 

AlbumArte

Christine Rebet | Meltingsun, Chain Variations; ph. Sebastiano Luciano, couresty AlbumArte

 

A dar il via all’art project di AlbumArte è l’esclusiva mostra Meltingsun, la prima personale di Christine Rebet, organizzata in collaborazione con Francesco Urbani Ragazzi, sotto la direzione artistica di Maria Rosa Sossai che sarà possibile vedere fino al 13 dicembre. La performance dell’artista francese pone al centro la visione della Maison de Lux, l’atelier vissuto come catena di produzione composta da bozzetti, calchi e macchinari metallici in cui si intravedono vaghi accenni di gioielli. Le parure regali di Mellerio dits Meller – la più antica compagnia di gioielli che veste le regine di tutto il mondo fin dai tempi di Maria De Medici – perdono la loro patina di vanità e si trasformano in amuleti woodoo, catene, medaglie, scudi, armature. Immaginari esotici, esplorazione del linguaggio dell’élite di altri tempi e destrutturazione, sono alla base del progetto di ricerca firmato Rebet.

 

ALBUMARTE

Christine Rebet_Melting sun digital photo2014 Ph Alexandre Gouzou courtesy AlbumArte

 

 

 

 

Fabiana Parpagnoli

 

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Pin on Pinterest0Share on Google+0Share on LinkedIn0Share on Tumblr