24 novembre 2014

Alba Armillei | Ho preso la vita per i capelli

Alba ArmilleiPettinature costruite, chignon impreziositi di fiori e pennacchi, una vita presa per i capelli. Alba Armillei è un vero e proprio architetto delle chiome, una parrucchiera romana dalle mani d’oro che per più di mezzo secolo è stata un pilastro dell’hair styling. E tra luci, ombre e segreti di una esistenza vissuta tra salotti e passerelle, splendori ma anche miserie e tragedie sono state raccontate dalla giornalista Carla Pilolli che ha raccolto e rielaborato le memorie di Alba in un libro dal titolo “Ho preso la vita per i capelli”.

 

Alba ArmilleiIdeato da Leontina Pallavicino e da Beatrice Rebecchini e realizzato grazie alla Fondazione Nando e alla Fondazione Elsa Peretti, il volume è stato presentato nella mattinata di giovedì 20 novembre nell’incantevole cornice di Palazzo Torlonia – a pochi passi da via dei Condotti, proprio dove era situato il noto salone della coiffeuse più richiesta. Nel suo rinomato atelier si recavano le signore chic della Roma bene, ma non solo. Attrici e modelle, principesse e stilisti, tutti volevano farsi pettinare da Alba: da Audrey Hepburn a Jacqueline Kennedy, dall’Imperatrice Soraya alla regina Federica di Grecia fino ad arrivare alle mannequin delle sfilate di Alta Moda di Valentino Garavani, Irene Galitzine e Emilio Pucci dei quali è stata per tanti anni collaboratrice.Alba armillei

Sotto le mani di Alba sono passate le chiome più importanti del secolo scorso e sotto i suoi occhi una variegata società fatta di personaggi eccentrici, talvolta infimi, attrici capricciose, dame arroganti, modelle inquiete, miliardari insoddisfatti, principi depressi. “Il rosa che si tinge di nero” come ha spiegato l’autrice al numeroso pubblico intervenuto all’incontro di presentazione.”Ma nel libro viene raccontata anche una Roma ricca di umanità e legame tra la gente – ha proseguito.

In queste pagine è descritta la grande bellezza e una popolazione che viveva con entusiasmo, che non era intristita come oggi. C’è la storia di una donna che ha potuto mettere le mani nella testa delle signore più importanti del secolo scorso e di questo. Cominciò a fare la piccola sciampista nel negozio di parrucchiere di suo padre a soli nove anni.


unnamed (5)“È questo un libro in cui si cela la forza del lavoro”. Pagine tenere dunque si alternano ad altre pungenti in un volume che descrive più di mezzo secolo di vita elegante, un libro che descrive Roma, i suoi fasti e la sfilata di personaggi che l’ha popolata. Tra questi ultimi anche la modella Veruschka che è intervenuta all’incontro. “Alba è il più bel ricordo degli anni in cui ho vissuto a Roma. – ha affermato – Avevo fiducia solo in lei, nessun altro poteva mettermi le mani nei capelli. Ed è nata una grande amicizia. Abbiamo fatto tanti viaggi divertenti insieme”. Pillole di vita, racconti conturbanti e intimi, ma anche immagini che arricchiscono il lavoro editoriale con scatti delle più belle acconciature di Alba e delle donne più influenti dell’epoca, come Maria Gabriella di Savoia, Consuelo Crespi, Vittoria Leone e Mirella Petteni, oltre alla già citata modella Verushka, per un volume che contribuisce ad arricchire la storia della moda e del costume internazionale.

 

Mara Franzese

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Pin on Pinterest0Share on Google+0Share on LinkedIn0Share on Tumblr