30 luglio 2014

ACCADEMIA FACTORY 50: Moda e Costume festeggiano tra arte e talento

Creatività, heritage, innovazione e eredità di una cultura che da sempre fonde passato e presente, l’Accademia Costume & Moda ha celebrato il suo cinquantesimo anniversario tra bollicine e note deep: una factory frizzante all’insegna dell’arte e del talento.

Protagonisti assoluti, Moda e Costume, animano l’evento trasformando l’istituto in un vivido Museo con installazioni, mostre e performance digitali.acacdemia 2

E’ la moda ad aprire le danze, omaggiando Vogue Italia per il cinquantesimo anniversario della rivista: le copertine più iconiche del magazine rivestono il pavimento di un’ intera sala formando un tappeto di stile e valori, esaltando il concetto di una storia viva, oggi come ieri.

Si prosegue con uno spazio interamente dedicato ai due vincitori, nonché ex studenti dell’Accademia, della prima edizione di Who Is On Next?  e alle loro ultime creazioni: plissè e ricami preziosi dipingono l’eleganza firmata Aquilano.Rimondi, contrapponendosi alle forme voluminose di Albino D’Amato.

Ma sono gli abiti e gli accessori realizzati dai  Talents 2014 ad animare la festa, invadendo i corridoi e catturando l’ attenzione.

 

Trench e capotti rubano prepotentemente la scena, diventando protagonisti di due spazi espositivi interamente dedicati: patch e laser cut trasformano i capi d’abbigliamento in installazioni artistiche nella “Art Gallery_Coat”.

 

E’ la volta poi dei grandi nomi: Valentino e Diesel rivivono nei progetti di fashion design tra tele e moulage, così come Fendi e De Couture, i cui valori si accendono nelle borse realizzate dagli studenti. Anche L.G.R celebra il talento presentando in anteprima i sunglasses ideati da Caterina Franceschini. Si passa così all’ area più preziosa, quella dedicata ai gioielli, dove  l’ eccellenza di Bulgari è esaltata nei disegni dello storico designer Giovanni Valli, accompagnati da piramidi di plexiglass: preziose vetrine di artigianalità che espongono le creazione firmate dai nuovi talenti del gioiello.

 

accademia 3

Dalla Moda al Costume, l’arte bizantina risplende negli abiti realizzati in materiali poveri, opere sospese su cui ori e bronzi dipingono mosaici trasportandoci in un’atmosfera senza tempo, come quella che si respira nella sala dedicata all’ Oriente del film “Cantando dietro i paraventi”, dove i costumi di Francesca Sartori fluttuano tra onirico e reale.

Un tuffo nel XVII secolo, invece, per “N”,  l’installazione  artistica che celebra la solenne incoronazione di Napoleone, ispirata all’ opera pittorica di Jacques Louis David, mentre il progetto “La linea a esse” caratterizza una parentesi interamente dedicato alla donna,  interpretando in total black la modisteria del Novecento e la sua inconfondibile silhouette.

 

Percorrendo le sale, quindi, si viaggia attraverso i secoli, un cammino che vuole celebrare l’arte così come il cinema: dallo spazio riservato alle borse ispirate a Rotchko e Hugo Cabret alla proiezione del fashion movie “The Innocents” liberamente ispirato a “The Dreamers” di Bertolucci.

 

Un evento ricco di fervore creativo, progettazione e design, che conferma l’Accademia Costume & Moda come polo d’eccellenza nella formazione dei giovani talenti a Roma, dal 1964.

 

Valentina Balzer

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Pin on Pinterest0Share on Google+0Share on LinkedIn0Share on Tumblr